logo
Populate the side area with widgets, images, navigation links and whatever else comes to your mind.
18 Northumberland Avenue, London, UK
(+44) 871.075.0336
ouroffice@vangard.com
Follow us

Campagne Adwords: le prime settimane online

Creare un nuovo Account Adwords con una corretta struttura, le sue campagne e i gruppi di annunci è una delle fasi più impegnative del mio lavoro a cui segue sempre un pò di eccitazione mista ad apprensione al momento della messa online della prima campagna.

Secondo la mia esperienza infatti Google è di solito piuttosto cauto nell’assegnare i punteggi di qualità ad una campagna in fase di lancio, sopratutto quando come in questo caso l’Account è stato appena creato e non ha dati storici di rendimento. In assenza di questi, Google non è  in grado di valutare completamente  le nuove campagne e ne limita il potenziale  nelle prime settimane.

Questa soluzione “filtro” probabilmente vuole garantire gli inserzionisti già presenti online con le loro campagne, in particolare i CTR e le posizioni dei loro annunci.

Il CTR (la percentuale tra impressioni e clic ricevuti) è una delle metriche di valutazione Google per una campagna Adwords: determina la rilevanza della campagna per il pubblico a cui questa viene mostrata. In assenza di questa metrica come nel caso di una nuova campagna, Google calcola altri fattori come:

  • la pertinenza delle parole chiave;
  • la pertinenza degli annunci e della pagina di atterraggio;
  • il tempo di caricamento del sito;
  • dati storici dell’account (se presenti in precedenti campagne).

Solo dopo i primi 14 giorni dal lancio una nuova campagna raggiunge il suo pieno potenziale e se questo non avvenisse è probabile che si debbano rivedere le sue impostazioni e intervenire in alcune aree critiche.

Le parole chiave e gli annunci

E’ possibile che alcuni dei nostri annunci non funzionino. Creare annunci Adwords efficaci  è un pò magia voodoo, capacità di scrittura, molta pratica e molto testing. Fermando gli annunci che ricevono molte impressioni e pochi clic si può immediatamente aumentare il punteggio qualità delle parole chiave del gruppo di annunci. Nelle prime 4 settimane è consigliabile anche provare nuovi annunci se l’account è nuovo.

Se le parole chiave non generano un sufficiente volume di impressioni, la nostra campagna non decollerà mai. Specialmente se non vediamo un incremento significativo dopo i primi 14 giorni dal suo lancio. In questo caso dovremo rivedere la lista delle nostre parole chiave trovandone di nuove con lo “Strumento per le parole chiave” ed eliminando quelle con un basso volume di ricerca.

 

La strategia di offerta

Se in fase di impostazione abbiamo scelto di fare per le nostre parole chiave offerte troppo basse (o troppo alte) la campagna non produrrà mai risultati.

Gli errori più comuni in questa importante impostazione del nostro account sono:

fare offerte troppo basse: si può capire controllando la posizione media dei nostri annunci. Se questi riportano una posizione al di sotto del n.6 dovremo aumentare l’offerta massima che siamo disposti a spendere per un clic (CPC)o mettere in pausa quelle parole chiave ch penalizzano il nostro Account.

fare offerte al di sotto della stima per la prima pagina: in questo caso dobbiamo rivedere le offerte per le singole parole chiave che riportano offerte al di sotto della stima per la presenza nella prima pagina.

fare offerte troppo elevate: se le nostre offerte sono troppo alte rischiamo di limitare il nostro budget giornaliero e di non ottenere tutti i clic che il nostro budget giornaliero potrebbe garantire. Abbassando le offerte CPC è probabile che otterremo più clic (pagandoli meno).

 

Il budget giornaliero

Il budget Adwords giornaliero è un aspetto delicato sopratutto per i business di piccole dimensioni. Se il budget giornaliero viene spesso consumato in parte della giornata o comunque non soddisfa l’intera pianificazione quotidiana degli annunci probabilmente la ragione risiede in offerte troppo elevate per le keywords che generano più clic. In questo caso e’ conveniente:

  • – abbassare le offerte CPC per le keywords su cui spendiamo parte del budget;
  • -mettere in pausa le parole chiave più costose per permettere a quelle più economiche di ottenere più clic;
  • -mettere in pausa le parole chiave a corrispondenza generica.

 

Non dobbiamo preoccuparci quindi se le nostre campagne Adwords non esprimono dal primo giorno i dati che ci aspetteremmo. Google ci mette a disposizione tutti gli strumenti utili per raggiungere i nostri obiettivi al minor costo possibile.

Se avete in programma di lanciare una nuova campagna Adwords o vorreste ricevere una valutazione senza impegno su una esistente non esitate a contattarmi.

We are using cookies on our website

Please confirm, if you accept our tracking cookies. You can also decline the tracking, so you can continue to visit our website without any data sent to third party services.