logo
Populate the side area with widgets, images, navigation links and whatever else comes to your mind.
18 Northumberland Avenue, London, UK
(+44) 871.075.0336
ouroffice@vangard.com
Follow us

Adwords e le pagine di atterraggio

Adwords e le pagine di atterraggio

Quando pianifichiamo una una campagna Adwords dobbiamo dedicare molta attenzione all’individuazione delle parole chiave e alla stesura dei nostri annunci. Questi dovranno contenere alcune delle parole chiave per renderli più pertinenti possibili alle ricerche degli utenti, i loro clic aumenteranno il nostro CTR che indirettamente ridurrà i costi della nostra campagna.

Ma queste attività sono solo una parte del processo, infatti la stessa attenzione deve essere rivolta alla pagina di destinazione dove coloro che cliccano sui nostri annunci verranno indirizzati.

La pagina di destinazione, anche chiamata “landing page” o “pagina di atterraggio” è la prima presentazione della vostra attività e come in ogni primo incontro, deve generare nel visitatore una esperienza positiva offrendo in modo semplice, gradevole ed immediato i contenuti (es. offerte, o gli stessi prodotti/servizi) promessi nei vostri annunci.

Esempio pagina atterraggio

Prima di presentarvi alcuni suggerimenti per la creazione di pagine di atterraggio efficaci è importante comprendere come i visitatori “vedono” una pagina web. Una pagina di atterraggio viene letta come un libro o una rivista, viene “scansionata” dalla sinistra verso destra, poi in diagonale scendendo dalla parte destra verso la sinistra e infine dal basso verso l’alto.

 

 

Una volta compreso come una pagina web viene fruita  sappiamo che dovremo inserire il nostro messaggio principale nella parte superiore della pagina e il secondo più importante sulla destra. Tenere a mente questo principio nella fase di costruzione della nostra landing page ci aiuterà a migliorarne le performance e quindi le conversioni.

Nella pubblicità  pay per clic non esistono formule che funzionano per tutti, è importante fare test fino a che non si raggiunga la giusta combinazione di elementi che ci permettono di ottenere i risultati che vogliamo ottenere. Tuttavia nel merito delle pagine di atterraggio esistono alcune regole che suggerisco di osservare.

Accertatevi che il titolo sia ben visibile e coerente con l’annuncio

I titoli devono essere di interesse per l’utente, contenere i benefici più importanti per l’utente ed essere posizionati nella parte superiore della pagina. Nei titoli dobbiamo cercare di inserire per quanto possibile alcune parole chiave per confermare immediatamente al visitatore che ha cliccato sul corretto annuncio. Il nostro titolo reitera il potenziale problema dell’utente che l’ha portato (cliccando il nostro annuncio) sulla nostra pagina? Offre una breve descrizione dei nostri prodotti/servizi/offerte?

Gli utenti non “leggono” le pagine di atterraggio le “scansionano”

Come dicevo in precedenza gli utenti non leggono le pagine di atterraggio quindi dobbiamo presentare i nostri contenuti in forma semplice, breve e diretta. Offriamo i punti più importanti utilizzando paragrafi corti o liste puntate dichiarando brevi concetti. Di solito le liste puntate funzionano meglio per trasferire concetti brevi.

Design pulito, semplice e accattivante

Piccole immagini possono aiutare ma è consigliabile ridurle al minimo perchè potrebbero distogliere l’attenzione dal nostro messaggio chiave. Abbiamo solo dai 3 ai 6 secondi per trasferire il nostro messaggio e trattenere il visitatore quindi scegliamo con attenzione i contenuti della pagina.

Posizionare il form di conversione sulla destra

Tornando al precedente concetto della scansione della pagina, dopo aver visionato il titolo l’occhio del visitatore viene guidato dal testo verso la destra. Se abbiamo una form di conversione (per esempio una form di richiesta informazioni) posizioniamola sulla destra seguendo il comportamento del visitatore. Se invece abbiamo un carrello shopping seguiamo la stessa logica.

Semplifichiamo il processo di conversione

Accertiamoci che il nostro form di conversione sia semplice da compilare facilitandone il più possibile l’invio. Non richiediamo informazioni personali non necessarie che possano complicare il processo o far desistere il visitatore dal completare il form. In molti casi è meglio ricevere più conversioni con meno informazioni che poche conversioni con molte informazioni sul richiedente. Dobbiamo considerare quale peso dare alle informazioni che richiediamo rispetto alla nostra strategia di business e calibrarle di conseguenza.

Posizioniamo i concetti più importanti nella parte superiore

Titoli, forme di contatto, e richiami all’azione dovrebbero essere tutte posizionate sulla parte superiore della pagina per essere sicuri che vengano “scansionate” dal visitatore. Dobbiamo dare priorità ai nostri contenuti, se non lo facciamo noi lo farà l’utente e in questo caso il risultato potrebbe non essere quello da noi desiderato.

Usiamo un linguaggio trasparente, chiaro, semplice e diretto

Nessun utente inserirà le sue informazioni personali se non sono sicuri di ciò che otterranno nel farlo. Non importa quello che offriamo (che sia un pdf, il download di un catalogo, o semplicemente una chiamata telefonica di contatto) ma dobbiamo indicarlo in modo chiaro e trasparente.

Non perdiamo di vista il Quality Score oltre all’esperienza positiva del visitatore

Non dimentichiamo di inserire nella pagina di atterraggio quelle parole chiave che ci hanno aiutato a ricevere nuovi visitatori via Adwords per migliorare i punteggi qualità delle parole chiave stesse. Anche i tempi di caricamento della pagina incidono sul Quality Score di Google, quindi evitiamo di inserire animazioni flash o grandi immagini.

Permettiamo al visitatore di visitare altre pagine del sito

Inseriamo nella pagina di atterraggio il logo del nostro sito con link alla nostra home page e altri links se necessari. In questo modo offriamo al visitatore di approfondire l’esperienza con i nostri prodotti/servizi.

Testiamo e ottimizziamo regolarmente

Dobbiamo sempre provare nuovi testi, immagini e layout per trovare la combinazione che ci garantisca il massimo numero di conversioni. A volte piccoli aggiustamenti possono migliorare le performance delle nostre campagne Adwords.

 

Per una valutazione senza impegno delle performance del vostro account Adwords potete contattarmi attraverso il form di contatto.

We are using cookies on our website

Please confirm, if you accept our tracking cookies. You can also decline the tracking, so you can continue to visit our website without any data sent to third party services.