logo
Populate the side area with widgets, images, navigation links and whatever else comes to your mind.
18 Northumberland Avenue, London, UK
(+44) 871.075.0336
ouroffice@vangard.com
Follow us

Adwords: come evitare dispersioni di investimento

Adwords: come evitare dispersioni di investimento

Adwords è universalmente riconosciuto come uno degli strumenti pubblicitari più efficaci disponibili sulla rete e come consulente specializzato sono il primo ad ammettere che Google facilita la dispersione degli investimenti degli inserzionisti.

Le impostazioni di base che troviamo alla creazione di una nuova campagna hanno l’obiettivo di ottenere il massimo volume di impressioni e di clic. Se questi sono i nostri obiettivi non dovremo apporre alcuna modifica. Non dimentichiamo però che stiamo operando in un contesto di “marketing pay per clic”  nel quale se avremo un target/obiettivo troppo ampio i nostri costi aumenteranno fuori controllo.

ottimizzare adwords

Raggiungere un target ampio e poco profilato non sempre è consigliabile perchè in questo caso il nostro messaggio pubblicitario perderà di rilevanza e pertinenza ed otterremo molti clic da utenti che non rappresentano il profilo del cliente ideale che ricerchiamo pregiudicando così il ritorno dal nostro investimento (ROI).

Per ottenere il miglior ritorno dal nostro investimento Adwords dovremo invece cercare di restringere l’audience individuando i segmenti di clientela potenzialmente interessati ai nostri prodotti o servizi. Fortunatamente Adwords ci mette a disposizione diversi strumenti per ottenere clic qualificati, si tratta solo di individuarli e utilizzarli.

Nella mia quotidiana attività di ottimizzazione di campagne Adwords utilizzo 6 strumenti per ridurre le dispersioni di investimento dei miei clienti:

1) PAROLE CHIAVE NEGATIVE

Aggiungere parole chiave negative alle proprie campagne permette di evitare la pubblicazione degli annunci per ricerche non pertinenti riducendo così le probabilità di ottenere clic non qualificati. Eppure sembra che il 25% degli inserzionisti Adwords non le utilizzano!

Una parole chiave negativa è praticamente il contrario di una regolare parola chiave che utilizziamo nelle nostre campagne; invece di dire a Google “mostra i miei annunci quando viene utilizzata quella parola nelle ricerche” diciamo a Google di “non mostrare i miei annunci quando quella parola è utilizzata nei termini di ricerca”.

Creare efficaci liste di parole chiave negative permette di ridurre le dispersioni di investimento eliminando quei clic che non produrrebbero alcuna conversione ma come individuare quelle parole?

Possiamo utilizzare lo “Strumento per le parole chiave” all’interno della dashboard Adwords o strumenti dedicati a questo scopo disponibili a pagamento sulla rete.

 

2) CORRISPONDENZA GENERICA MODIFICATA

Quando analizzo gli account Adwords dei nuovi clienti (anche di aziende di grandi dimensioni) trovo spesso all’interno delle campagne molte parole chiave a corrispondenza generica e assenza totale di parole chiave negative. In situazioni come queste Google pubblicherà gli annunci per il massimo numero di ricerche possibili e i clic non potranno mai essere qualificati.

L’uso di parole chiave negative è una soluzione per ridurre le impressioni e ottenere clic più qualificati ma è consigliabile integrarle con la sostituzione delle parole chiave a corrispondenza generica in “corrispondenza generica modificata“.

La “corrispondenza generica modificata” si ottiene aggiungendo il segno + alle parole chiave (es. +scarpe +rosse) in modo che Google pubblichi gli annunci solo in presenza della combinazione di quei termini qualificando i clic ottenuti.

 

3) TARGETING DI CONTESTO

Un modo per ottenere clic più qualificati è quello di concentrarsi sul contesto, l’orario e il dispositivo in cui l’utente visualizzerà il nostro annuncio. Le nuove campagne potenziate aiutano ad avere maggiore controllo su queste variabili.

 

4) OTTIMIZZAZIONE ANNUNCI PER DISPOSITIVI MOBILI

Se state pianificando offerte (e dopo l’aggiornamento di tutte le campagne a potenziate sicuramente lo starete facendo) sui dispositivi mobili, cioe’ gli smartphones perchè nelle campagne potenziate i tablet sono equiparati ai desktop, potete ridurre la dispersione dell’investimento ottimizzando i vostri annunci per questi dispositivi.

Potete per esempio inserire “call to action” specifiche come per esempio “chiama ora” direzionando l’utente ad una pagina di atterraggio con un design studiato appositamente per essere visualizzata sugli smartphone. Queste soluzioni sono consigliate perchè il comportamento dell’utente con gli smartphone in mobilità è differente da quello dei desktop e perchè permettono tassi di conversioni più elevati che migliorano direttamente il ritorno sull’investimento pubblicitario.

5) ACCURATA STRATEGIA DI OFFERTA 

Possiamo gestire il nostro investimento anche con una accurata strategia di offerta. Esiste un’ampia bibliografia sulle strategie di offerta in Adwords ma in generale dovremo:

-aumentare le offerte per le parole chiave con alti CTR, alti punteggi di qualità, e quelle che producono molte conversioni;

– ridurre le offerte per le parole chiave che convertono poco (sono la fonte principale di dispersione dell’investimento).

Adwords mette a disposizione degli inserzionisti che non hanno tempo per gestire il proprio account uno strumento per la “gestione automatica delle offerte”, il cui uso sconsiglio perchè non gestirà al meglio il vostro investito.

6) TRACCIAMENTO DELLE CONVERSIONI

Se non tracciamo le conversioni sul nostro account Adwords non sapremo mai dove stiamo disperdendo il nostro investimento eppure sareste sorpresi di sapere quanti inserzionisti Adwords non attivano questo strumento.

Attivare la tracciabilità delle conversioni sulle pagine di atterraggio permette di misurare con precisione l’efficacia della nostra campagna, delle parole chiave e degli annunci. Uno strumento indispensabile per poter verificare il ritorno del nostro investimento pubblicitario.

E voi quale metodo utilizzate di più per ottimizzare le vostre campagne?

Non esitate a contattarmi  per una valutazione senza impegno del vostro account Adwords.

 

We are using cookies on our website

Please confirm, if you accept our tracking cookies. You can also decline the tracking, so you can continue to visit our website without any data sent to third party services.